Il copribicicletta professionale

Ottobre 2012, inizio del rigido inverno berlinese.

Io: “È ora di far andare in letargo le biciclette, fa troppo freddo. Le mettiamo in cortile coperte ok?”

Lui: “Sì, certo, come possiamo coprirle?”

Io: “Ho preso dei sacchi di plastica grandi, li apro e poi metto due giri di nastro adesivo. Niente di sofisticato, ma l’importante è che riparino la bici ,no?”

Lui: “Sacchi della spazzatura? Ma no, compriamoci qualcosa di professionale, fatto bene, strutturato!”

Io: “Ma dai, che ti frega…capace di costare 30€! Senti, io faccio con i sacchi di plastica.”

Lui: “Ah, fai come vuoi, io mi compro il copribicicletta. Vado questa settimana.”

Io: “Sicuro? Guarda che io sto andando ora in cortile a fare il lavoro. Copro anche la tua?”

Lui: “No, ti ho detto che domani mi compro un copribicicletta serio.”

Febbraio 2013, cinque mesi dopo:

IMG_20130220_154339

Share the love!
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Buffer this pageEmail this to someone