Lima-Tokyo andata e ritorno

komomoto

La cucina orientale è ormai il nostro tormentone e lo stiamo palesando alla grande! Forse abbiamo anche rotto.

Visto che però a noi le cose banali non piacciono, sabato abbiamo provato “Kamamoto”. Giapponese? Quasi. La cucina che propone si chiama Nikkei, cioè un miscuglio tra la giapponese e quella…peruviana!

L’ambiente è quindi fusion tra il minimal nipponico e il “colorato” delle Ande. Immaginate un locale bianco ed essenziale, con pavimenti di legno nero, e sparsi in giro cuscini a righe colorate. Avete presente i gilet da galleria degli orrori sfoggiati dai suonatori di quel flauto tutto storto di bambù? Ecco.

Sentite un irrefrenabile impulso creativo mentre aspettate il cameriere? Nessun problema! C’è un’intera parete a disposizione degli artisti in erba, dove appendere foto, disegni e manifesti.

E’ tutto curato nei minimi dettagli: dalle tovagliette di carta (con foto d’epoca e disegni di limoni stilizzati) alle scarpe dei camerieri che indossano tutti Munich dai colori sgargianti. Le ordinazioni le prendete voi, nel senso che vi viene portato il menu e il necessario per prendere nota. Una volta scelto, il tutto viene consegnato all’isola centrale del locale, dove la chef -giapponese con probabili origini peruviane- cucina in bella vista.

Tutto meraviglioso? In realtà no.

Il cibo è delizioso, ma i prezzi sono alticci e le porzioni…minimal. Come da tradizione giapponese. Per noi era un aperitivo.

Giusto per segnare il territorio con la solita figuraccia, alle prese con bacchette e sushi (rigorosamente vegetariano), l’involtino mi stava cadendo a terra e mi sono fiondata a prenderlo! Vi ricordate la scena di “Pretty Woman” in cui Julia Roberts fa schizzare una escargot attraverso il locale e Barney, il direttore dell’hotel, la acchiappa al volo? Ecco, solo che io ho fatto tutto da sola. Tra gli sguardi imbarazzati dei presenti. Questo vuol dire che non ci potremo più tornare.

Da provare assolutamente il tiramisù al tè verde! Una fetta di paradiso.

Komomoto

Carrer de la Princesa, 33

08003 Barcelona

tel: 0034 933 152 504


*veg friendly

Share the love!
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Buffer this pageEmail this to someone
  • Auramaga

    Grazie per l'info, sembra geniale! Comunque il genere di posto da provare almeno una volta.