Lo scaffale d’oro di Elisa

Elisa è la nuoker più temeraria e avventurosa. Un giorno ho letto con attenzione la sua storia e subito le ho mandato una mail che aveva come oggetto “porca t***” (senza censura), che è il mio modo elegante per esprimere stupore e ammirazione. Lei ha apprezzato l’espressione colorita e mi ha raccontato un sacco di altre cose.

 

 


“Anna Karenina”
Lev Tolstoj
L’eroina delle eroine, e i più bei personaggi di contorno mai delineati.

“Tenera è la notte” Francis Scott Fitzgerald ..da leggere nelle sere d’estate, ascoltando “Take 5” del Brubeck Quartet.

“Cent’anni di solitudine” Gabriel García Márquez
Una narrazione colorata e travolgente, con una sua epica indimenticabile.

“Ali” Yukio Mishima
Un racconto brevissimo, viscerale e lirico. Che scrittore.

“Le notti bianche” Fyodor Mikhailovich Dostoevskij
L’ho letto e ho sognato, fantasticato. sofferto, desiderato…

“Lo straniero” Albert Camus
Un libro per crescere e porsi le domande giuste, da leggere prima di affrontare il mondo.

“Storia della mia vita” Giacomo Casanova
2000 e passa pagine per raccontare un vita…e che vita. Un avventuriero, un cialtrone, un mezzo genio e un italiano lanciato nel mondo: insomma, uno di noi!

“Fiabe Italiane” Italo Calvino
Non smetto di leggerle e rileggerle, da sempre. Il meglio della letteratura italiana!

“I fiori del male” Charles Baudelaire
Alcune delle poesie più belle mai scritte sono in questo libro.

“La luna e sei soldi” William Somerset Maugham
Una narrazione stupenda sull’arte e la vita dell’artista. E un grande narratore.

“Trilogia della città di K.” Ágota Kristóf Sconvolgente.
Meraviglioso e terribile. Geniale.

“Il ballo” Irène Némirovsky
Adoro tutti i suoi libri, ma questo – nella sua brevità – è davvero un capolavoro!

Share the love!
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Buffer this pageEmail this to someone
  • ci fosse stato un undicesimo romanzo nella mia lista, avrei inserito sicuramente “le notti bianche”. bellissimo scaffale!