Questo post è assolutamente inutile (e spudoratamente copiato)

Oggi non ho nulla di particolare da fare, sono raffreddata e infastidita dal genere umano in tutte le sue manifestazioni, quindi mi aggrego alle fashion bloggers (di cui ho parlato qui) e propongo un post ispirato alla loro ultima tendenza, cioè fotografare il contenuto della borsa.

In particolare, copio spudoratamente l’ultimo post di Cherry Blossom Girl che da una borsa Miu Miu tira fuori il paradiso di Coco Chanel. Per confronto, vi agevolo il link: What’s in my bag? Come prima cosa possiamo notare che Cherry Blossom non si soffia il naso e riesce a fare le foto della sua borsa nonostante la sua macchina fotografica sia tra gli oggetti esposti.

Ma passiamo alla borsa di una persona relativamente normale, cioè io, che pesa mediamente 8 chili (la borsa, non io), il cui contenuto deve essere puntualmente rovesciato sul pavimento di qualsiasi luogo altrimenti non trovo le chiavi di casa.

Veduta panoramica (dove infatti le chiavi non ci sono perché non si trovano):

Spiccano il cimitero di fazzoletti di carta rigorosamente usati e la pochette DORATA anni ’80 dal contenuto tremendamente imbarazzante.

Ma scendiamo in particolari (seguo sempre lo schema di Cherry).

Ecco la mitica busta da vicino che rivela parte del suo contenuto: burri cacai (sarà questo il plurale?) quasi finiti, mozziconi di matita per gli occhi, medicinali vari e trucchi che risalgono all’epoca in cui rubavo alla Standa. (in effetti quell’ombretto viola…ma quando mai? Adesso lo butto). Crema per le mani rigorosamente neozelandese perché noi alle nostre cuticole ci teniamo.

Ma eccoci al contenuto culturale della borsa (H&M, 14.99 €): libro del momento e occhio perché l’autore l’ho anche intervistato quindi leggete entrambi al più presto, grammatica tedesca perché io non mi muovo se non so dire almeno buongiorno e buonasera però maledizione ‘sta lingua è proprio difficile, blocchetto per inutili considerazioni e Moleskine ancora quasi intonsa perché è solo dal 2011 che ce l’ho.

Portafogli argentato scolorito comprato nel 2006 nel malfamatissimo H&M a Les Halles, Parigi.


(Ho ritrovato le chiavi) Chiavi di casa con portachiavi di Eurodisney che non si vede e chiavi della bici con rarissimo portachiavi “Nonno Nanni” a forma di bovino.

Ammasso informe di telefonoipodcuffiecaricabatterie: è molto utile perché se si vuole pescare una qualsiasi di queste cose viene su tutto assieme. Il porta iphone è stato comprato in un famoso negozio di cose taroccate di Padova ed è proprio ROSA FUXIA.

Ciao amiche, al più presto con un nuovo outfit!

PS: le foto sono state modificate per aumentarne il senso di sconforto.

Share the love!
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Buffer this pageEmail this to someone
  • Oronzo

    Sono pienamente d’accordo con te!